News, Prima Squadra

Prima Squadra| Carollo illude tutti, alla “Castellina” un ottimo pareggio per la truppa di Altarelli

Visto il nostro andamento fino ad ora credo che tutti, alla vigilia del match della “Castellina” avrebbero firmato prima del match per un pareggio in casa di un Sondrio schiacciasassi e ancora imbattuto tra le mura amiche. Eppure questo pareggio, in fondo ci lascia la forte convinzione che la nostra squadra può ambire a grandi traguardi e che il peggio è alle spalle. Mister Altarelli è stato bravo a trovare la quadra, ma brava è anche stata la società a concedere e lasciare al tecnico la fiducia nel momento più buio. Dopo questa domenica, dove comunque torniamo a casa con un solo punto in classifica, la nostra autostima si è impennata il che ci lascia pensare che da qui alla fine del campionato potremo sì vivere una stagione da protagonisti.

La cronaca del match

Come era lecito aspettarsi il primo tempo è stata una gara “nerovosa” dove i nostri ragazzi hanno cercato di opporre tutto il loro agonismo all’evidente qualità tecnica dei Valtellinesi. A fare la gara infatti sono proprio i padroni di casa che muovono in orizzontale la sfera senza però mai riuscire ad impensierire concretamente Tabarelli. I primi 45′ di gioco scorrono via abbastanza agevolmente. Questo fino all’ultimo minuto quando il Sondrio sfonda a destra con Escudero che crossa al centro; Caballero prova la girata di testa ma la sfera viene rimpallata dalla nostra difesa. La palla resta pericolosamente nell’area piccola e Muletta ci arriva prima di Tabarelli ed insacca. Il gol, però, viene annullato dal direttore di gara per una segnalazione di offside da parte dell’assistente. E così tra le polemiche dei padroni di casa si giunge al riposo sullo 0-0.

Consci del rischio subito in chiusura di frazione nella ripresa la Speranza rientra in campo decisamente più aggressiva. La squadra di Altarelli parte forte e dopo 3′ cambia il match. I rossoverdi si guadagnano un calcio di rigore che capitan Carollo realizza portando in vantaggio i suoi. Il vantaggio, però, dura poco visto che al quarto d’ora Escudero dalla distanza libera un destro terrificante che s’infila sotto il sette, là dove Tabarelli non può arrivare: 1-1. A pareggio acquisito il Sondrio aumenta il forcing e si riversa in avanti alla ricerca del gol del vantaggio. Le occasioni i padroni di casa le avrebbero anche, con Busto che da buona posizione calcia a lato e con Muletta che ha visto respingersi un tiro da Ferrari sulla linea di porta a Tabarelli battuto. Ma se è vero che i Valtellinesi si riversano in avanti alla ricerca del gol da tre punti, e altrettanto vero che concedono anche spazi ai rossoverdi per ripartire e far male in campo aperto. La Speranza, infatti, va vicina al nuovo vantaggio al 33′ quando Escudero fallisce un facile controllo con la sfera che, dunque, gli viene scippata da Cerrina che scappa a tutta gamba in campo aperto. Il centrocampista classe 2001 arriva in area a tu per tu con Rodriguez, ma al momento del tiro calibra male la conclusione spedendo a lato una ghiottissima chance. Negli ultimi minuti succede poco con la Speranza che gestisce le folate offensive dei padroni di casa. Termina dunque così, sul punteggio di 1-1 una partita nervosa, intensa e divertente che ha certificato – una volta per tutte – tutto il nostro valore.

Il Tabellino del match

NUOVA SONDRIO 1
SPERANZA AGRATE 1
RETI:
Carollo (S) rig. 4’st, M.Escudero (N) 15’st.
NUOVA SONDRIO: Rodriguez, Viviani, Rossi, Cocuz, Pietrantonio, G.Escudero, M. Escudero (Risalto 40’st), Lamia, Ojeda, Muletta, Bormolini (Busto 21’st). A disp. Kalil, Del Nero, Gugiatti, Vanotti, D’Andrea, Chilafi, Stefanazzi. All. Fraschetti.
SPERANZA AGRATE: Tabarelli, Masella, Farina, Koenig, Santangeli, Ferrari, Brusati (Nenadovic 40’st), Beu (Odone 21’st), Carollo (Bonissi 38’st), Cerrina (Caronni 38’st), Ruscelli (Carimati 24’st). A disp. Landi, Commissario, Mannino, Sousa. All. Altarelli.
ARBITRO: Gaetano D’Ambrosio di Como.

Lascia una risposta